RUOLO ESATTORIALE DIRITTO ANNUALE 2009 - 2010

RUOLO ESATTORIALE DIRITTO ANNUALE 2010

Le sanzioni per omesso e incompleto versamento del diritto annuale sono irrogate con iscrizione a ruolo per l’anno 2010, ai sensi dell’art. 17, comma 3 del D. Lgs. 472/97.

La Camera di Commercio di Fermo ha trasmesso ad Equitalia Servizi  S.P.A. l’elenco delle imprese che non risultano in regola con l’esazione del diritto annuale rendendo esecutivo il ruolo esattoriale:

  • ruolo 25/04/2015 per il diritto annuale 2010

RUOLO ESATTORIALE DIRITTO ANNUALE 2009

Le sanzioni per omesso e incompleto versamento del diritto annuale sono irrogate con iscrizione a ruolo per l’anno 2009, ai sensi dell’art. 17, comma 3 del D. Lgs. 472/97.

La Camera di Commercio di Fermo ha trasmesso ad Equitalia Servizi  S.P.A. l’elenco delle imprese che non risultano in regola con l’esazione del diritto annuale rendendo esecutivo il ruolo esattoriale:

  • ruolo 25/03/2014 per il diritto annuale 2009
  • ruolo 25/05/2014 per il diritto annuale 2009

Con la cartella di pagamento viene richiesto il versamento di:

  • diritto omesso;
  • interessi calcolati al tasso legale;
  • sanzione.

La cartella di pagamento viene notificata:

  • per le imprese individuali al titolare;
  • per le società di capitali alla società;
  • per le società di persone sia alla società che ai soci responsabili in solido. Si ricorda che in tal caso è sufficiente pagare una sola cartella in quanto l’importo dovuto, per tributo sanzioni e interessi, è unico (anche se vengono eseguite più notifiche stante la responsabilità solidale dei soci). Il pagamento della cartella da parte di uno dei responsabili in solido libera tutti gli altri, salvo diritto di regresso (art. 9 del D. Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472).

L’impresa a cui è riferita la cartella è individuabile dal n. REA, riportato nella sezione “Dettaglio addebiti” e anche nel successivo prospetto “Dati identificativi della cartella”.
Si forniscono di seguito alcuni chiarimenti sulla lettura della cartella di pagamento, sul pagamento della cartella, sulla rateazione, sulla tutela del contribuente e sulla normativa vigente in questione.

 

Lettura della cartella

Sulla prima facciata si trova l’indicazione Cartella di pagamento, seguita dal Numero della cartella, e, più in basso:

  • a sinistra è indicato l’agente di riscossione che ha emesso la cartella: è competente quello della provincia in cui si trova la residenza dell’imprenditore individuale, ovvero la sede principale dell’impresa societaria, secondo le risultanze dell’anagrafe tributaria;
  • a destra è indicato il soggetto debitore, a cui è indirizzata la richiesta di pagamento, con relativo indirizzo e codice fiscale.

Nella successiva sezione si trova il “Dettaglio degli addebiti” che, oltre al diritto annuale dovuto alla Camera di Fermo, può riportare, distintamente indicate , anche somme dovute ad altri enti impositori:

  • denominazione e indirizzo della Camera;
  • eventuali coobbligati in solido a cui è stata notificata la cartella;
  • numero partita, con a destra in fondo il n. REA, che permette di identificare per quale impresa è stata emessa la cartella, e di seguito una breve descrizione della violazione e dell’anno a cui si riferisce:
  • omesso  -  diritto non versato -;
  • incompleto  - diritto versato in misura inferiore al dovuto -;
  • descrizione dettagliata degli addebiti con una riga ciascuna per diritto annuale non versato, interessi e sanzioni.

Sulla pagina successiva si trova il prospetto Dati identificativi della cartella, presenta una riga per ogni codice tributo, con a fianco l’anno di competenza e il n. REA dell’impresa:

  • codice 961 si riferisce al diritto annuale dovuto;
  • codice 962 si riferisce alla sanzione;
  • codice 992 di riferisce agli interessi.

Pagamento della cartella

Il pagamento della cartella può essere effettuato entro 60 giorni dalla notifica con il bollettino di conto corrente postale contenuto nella cartella stessa e in nessun caso mediante versamento con mod. F24.

Per le società di persone, la medesima cartella viene notificata sia alla società che ai singoli soci illimitatamente responsabili, in qualità di obbligati in solido. In tal caso occorre procedere ad un unico versamento.

In caso di mancato pagamento entro i termini di scadenza  ( 60 giorni dalla data di notifica della cartella) gli importi saranno maggiorati dei compensi esattoriali e degli interessi di mora.

Rateazione del pagamento

Su richiesta del contribuente, l’agente della riscossione può concedere - nelle ipotesi di temporanea situazione di obiettiva difficoltà dello stesso – la ripartizione in rate mensili del pagamento delle somme iscritte a ruolo.

Richiesta di sgravio

Chi ha ricevuto la cartella e ritiene di non doverla pagare, in tutto o in parte, in particolare per uno dei seguenti motivi:

- errore di persona;
- evidente errore logico o di calcolo;
- doppia imposizione;
- mancata considerazione di pagamenti di tributi regolarmente eseguiti;
- errore materiale del contribuente facilmente riconoscibile dall’ente camerale;

può presentare alla Camera di Commercio di Fermo – Ufficio Diritto Annuale  – C.so Cefalonia n. 69 – anche tramite messaggio di posta elettronica all’indirizzo: diritto.annuale@fm.camcom.it, le istanze di sgravio in autotutela compilando l’apposito modello.

Le domande vanno presentate in carta semplice allegando copie dei documenti comprovanti i presupposti per i quali si chiede l’annullamento totale o parziale degli atti emessi dalla Camera di Commercio.

La presentazione di istanze di autotutela non interrompe né sospende i termini per il pagamento della cartella, né quelli per ricorrere alla Commissione Tributaria.


PAGAMENTO DI SOMME ISCRITTE A RUOLO: si precisa che l'art. 31 del D.L. 31/05/2010, n.78 convertito, con modificazioni, dalla L. 30/07/2010, n.122, che ha disposto che il pagamento delle somme iscritte a ruolo per imposte erariali e relativi accessori possa essere effettuato mediante compensazione dei crediti relativi alle stesse imposte , con l'utilizzo del modello unificato di pagamento f24 (codice tributo RUOL) NON E' APPLICABILE IN CASO DI ISCRIZIONE A RUOLO DEL DIRITTO ANNUALE.

Inoltre con nota n. prot. 19342 del 5/2/2014 (PDF 183 kB), il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato che le disposizioni previste dai commi 618-624 dell'art.3 della legge di stabilita' 2014 NON si applicano ai ruoli emessi per il diritto annuale.

Modulistica

Modello di sgravio in autotutela (PDF)

Modello di sgravio in autotutela (.doc)


Normativa di riferimento

Servizio informativo
Ufficio Diritto annuale
Tel. 0734 217511 - fax 0734 217531
e-mail diritto.annuale@fm.camcom.it

Valutazione: 
No votes yet
Condividi questa pagina
Ultima modifica: 30/12/2016 - 10:12

Camera di Commercio di Fermo - Corso Cefalonia, 69 - 63900 Fermo - cciaa@fm.legalmail.camcom.it - P.IVA 01979820444

- tel. 0734 217511 - fax 0734 217541 - SITEMAP