Contatori d'acqua e contatori di calore

Il Decreto 30.10.2013 n. 155, stabilisce che i contatori dell'acqua e di calore utilizzati per funzioni di misura legale (interesse pubblico, sanità pubblica, sicurezza pubblica, ordine pubblico, protezione dell'ambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti e lealtà delle transazioni commerciali), definiti dagli allegati MI-001 e MI-004 del D.Lgs. 02.02.2007 n. 22, devono essere sottoposti a verificazione periodica da parte di organismi che hanno presentato apposita SCIA ad Unioncamere.

Ai sensi dell'art. 12 del citato Decreto il titolare di contatori dell'acqua e di calore(persona fisica o giuridica titolare della proprietà di detti contatori o che, ad altro titolo, ha la responsabilità dell'attività di misura) soggetti all'obbligo di verificazione periodica devono:

a) comunicare entro 30 giorni alla Camera di commercio competente e all'Unioncamere la data di inizio e di fine dell'utilizzo del contatore e gli altri elementi previsti, indicandone l'eventuale uso temporaneo, avvalendosi degli appositi modelli [acqua (.xls 32,5 kB) – calore (.xls 32,5 kB)] da inviare tramite Pec all'indirizzo cciaa@fm.legalmail.camcom.it;

b) garantire il corretto funzionamento dei contatori conservandone la documentazione a corredo e il libretto metrologico;

c) mantenere l'integrità dell'etichetta apposta in sede di verificazione periodica e di ogni altro marchio, sigillo, anche di tipo elettronico, o elemento di protezione;   
 
d) curare l'integrità dei sigilli provvisori di cui richiedono l'applicazione al riparatore.

 
Controlli successivi

I controlli successivi a cui sono sottoposti i contatori dell'acqua e di calore sono:
a) verificazione periodica;
b) controlli metrologici casuali.

 

Periodicità della verificazione:

Contatori dell'acqua:
• meccanici: entro 10 anni
• statici e venturimetrici: entro 13 anni.

Contatori di calore:
• Contatori di calore con portata Qp fino a 3 m/h:

- con sensore di flusso meccanico: entro 6 anni

- con sensore di flusso statico: entro 9 anni

• Contatori di calore con portata Qp superiore a 3 m/h:

- con sensore di flusso meccanico entro 5 anni

- con sensore di flusso statico entro 8 anni

Le periodicità di cui sopra decorrono dall'anno in cui sono state apposte la marcatura CE e la marcatura metrologica supplementare. In sede di prima applicazione l'obbligo è differito di 18 mesi dalla data di entrata in vigore del Decreto citato (23.01.2014).


Controlli metrologici casuali

I controlli metrologici casuali sui contatori dell'acqua e di calore sono effettuati dalle Camere di commercio ad intervalli casuali e senza preavviso, fatte salve le competenze degli organi di polizia giudiziaria abilitati dalle vigenti disposizioni di legge in materia di pesi e misure.

Sono altresì eseguiti controlli in contradditorio nel caso in cui il titolare del contatore o altra parte interessata nella misurazione ne facciano richiesta alla Camera di Commercio competente di territorio.

 

 

Servizio informativo
Ufficio Metrico
Tel. 0734 217511 (centralino)
e-mail metrico@fm.camcom.it

 

Valutazione: 
No votes yet
Condividi questa pagina
Ultima modifica: 30/12/2016 - 10:12

Camera di Commercio delle Marche sede provinciale di Fermo - Corso Cefalonia, 69 - 63900 Fermo - cciaa@pec.marche.camcom.it - P.IVA 02789930423 - tel. 0734 217511

SITEMAP - Responsabile del procedimento di pubblicazione - Note Legali - Privacy