Diritto annuale 2013

Con circolare n. 0261118 (PDF 506 kB) del 21.12.2012 il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito le misure sia fisse che transitorie relative al diritto annuale per l'anno 2013. Di fatto sono state confermate le misure definite a decorrere dal 2012.

Importo diritto annuale dovuto in misura fissa

 

Diritto annuale per le imprese individuali Importi sede espressi in EuroImporti U.L. espressi in Euro
Imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale del R.I.88,0017,60
Imprese Individuali iscritte o annotate nella sezione ordinaria del R.I.200,0040,00

  

Diritto annuale per le imprese iscritte o annotate nella sezione specialeImporti sede espressi in EuroImporti U.L. espressi in Euro
Società semplici che non svolgono attività agricola200,0040,00
Società di cui al comma 2 dell'art.16 del D.Lgs n. 96/2001200,0040,00
Società semplici agricole (si considerano "agricole" le società semplici
iscritte nella sezione speciale del RI "imprese agricole/imprenditori agricoli",
anche qualora non fosse esplicitamente contenuta nella denominazione l'indicazione di "società agricola")
100,0020,00
Soggetti iscritti al REA30,006,00
Unità locali di imprese con sede principale all'estero (per ciascuna unità locale) 110,00

 

Procedimento per il calcolo del diritto annuale  dovuto dalle imprese iscritte nella sezione speciale e dalle imprese individuali della Camera di Commercio di Fermo.

1.
si individua la somma dovuta per la sede in base alla natura giuridica dell’impresa. 

2. in caso di unità locali in provincia di Fermo, la somma dovuta per l’unità locale è pari al 20% di quella dovuta per la sede; si moltiplica l’importo per il numero di unità locali.


3. Si procede alla somma della sede e del dovuto delle unità locali in provincia. 

4. Si arrotonda il calcolo a 2 cifre decimali (arrotondamento matematico in base al valore della terza cifra) e infine all’euro. 

Importo del diritto annuale e scaglioni di fatturato per le imprese della sezione ordinaria

Scaglioni di fatturatoAliquotaImporto dovuto per la sede
da euroa euro
0,00100.000,00Misura fissa€ 200,00
100.000,01250.000,000,015%€ 200,00 + 0,015% della parte eccedente € 100.000,00
250.000,01500.000,000,013%€ 222,50 + 0,013% della parte eccedente € 250.000,00
500.000,011.000.000,000,010%€ 255,00 + 0,010% della parte eccedente € 500.000,00
1.000.000,0110.000.000,000,009%€ 305,00 + 0,009% della parte eccedente                     € 1.000.000,00
10.000.000,0135.000.000,000,005%€ 1.115,00 + 0,005% della parte eccedente                  € 10.000.000,00
35.000.000,0150.000.000,000,003%€ 2.365,00 + 0,003% della parte eccedente                  € 35.000.000,00
oltre 50.000.000,000,001%€ 2.815,00 + 0,001% della parte eccedente € 50.000.000,00 fino ad un massimo di € 40.000,00

  

Procedimento per il calcolo del diritto annuale dovuto dalle imprese  iscritte nella  sezione ordinaria della Camera di Commercio di Fermo. 

1. Si calcola il dovuto per la sede partendo dal minimo di € 200,00 e applicando in successione gli scaglioni  

    di fatturato fino a quello in cui rientra il fatturato dell’anno 2012; il calcolo va eseguito con 5 cifre decimali. 

2. In caso di unità locali in provincia di Fermo, si calcola l’importo dovuto da ciascuna unità locale che, come

    noto, è il 20% di quanto dovuto dalla sede, da un minimo di € 40,00 fino ad un massimo, per unità locale,

    di € 200,00. 

3. Si procede alla somma del dovuto della sede e del dovuto dalle unità locali in provincia. 

4. Si arrotonda il calcolo a 2 cifre decimali (arrotondamento matematico in base al valore della terza cifra) e

    infine all’euro. 


Pertanto le operazioni da compiere, sinteticamente, sono: 

1.  calcolo / individuazione del dovuto per la sede 
2.  calcolo del dovuto per le unità locali in provincia
3.  somma del dovuto per sede e unità locali in provincia
4.  arrotondamento

Versamento

Il versamento va effettuato utilizzando un unico rigo del modello F24 nella sezione IMU e altri tributi locali  “:
nello spazio riservato al “codice ente/codice comune” va indicata la sigla FM;
nella colonna “codice tributo” va indicato 3850;
nella colonna “anno di riferimento” va indicato 2013.
Qualora la sede e le unità locali siano ubicate in provincia di Fermo per il versamento va utilizzato un unico rigo; le unità locali in provincie diverse da Fermo comportano la compilazione di più righi del modello F24, poiché varia il codice ente/codice comune.

“Codice ente locale”

 

FM

“codice tributo”

 

3850

“anno di riferimento”

 

2013

 

importo dovuto

                                   

Compensazioni

E' possibile compensare gli importi a credito e a debito relativi al diritto annuale (codice tributo 3850) con gli importi rispettivamente a debito e a credito relativi sia al medesimo che ad altri tributi.

Ravvedimento operoso 2012

Il ravvedimento del diritto annuale 2012 può essere effettuato entro un anno dalla scadenza originaria (18 giugno 2012 o 09 luglio 2012), ossia entro il 18 giugno 2013 o il 09/07/2013. Il diritto, le sanzioni e gli interessi vanno contestualmente versati con modello F24, nella sezione IMU e altri tributi locali “– nello spazio riservato al “codice ente/codice comune” - va indicata la sigla  FM; nella colonna “codice tributo” i codici tributo da utilizzare sono:

·        FM   3850    per il tributo;

·        FM   3851   per eventuali interessi;

·        FM   3852   per eventuali sanzioni.

Valutazione: 
No votes yet
Condividi questa pagina
Ultima modifica: 30/12/2016 - 10:12

Camera di Commercio delle Marche sede provinciale di Fermo - Corso Cefalonia, 69 - 63900 Fermo - cciaa@pec.marche.camcom.it - P.IVA 02789930423 - tel. 0734 217511

SITEMAP - Responsabile del procedimento di pubblicazione - Note Legali - Privacy