Registro nazionale dei produttori di pile e accumulatori

Il decreto legislativo n. 188 (PDF 88 kb) "Attuazione della Direttiva 2006/66/CE concernente pile, accumulatori e relativi rifiuti e che abroga la Direttiva 91/157/CEE", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 283 del 3 dicembre 2008 - Supplemento Ordinario n. 268, prevede l'istituzione, presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, del Registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori (art.14).

Il produttore di pile e accumulatori soggetto agli obblighi di finanziamento del sistema, può immettere sul mercato tali prodotti solo a seguito di iscrizione telematica presso la Camera di Commercio di competenza.

E' considerato produttore, e quindi tenuto ad iscriversi al Registro, chiunque immetta sul mercato nazionale per la prima volta a titolo professionale pile o accumulatori, compresi quelli incorporati in apparecchi o veicoli, a prescindere dalla tecnica di vendita utilizzata.

Per immissione sul mercato si intende la fornitura o la messa a disposizione, a titolo oneroso o gratuito, in favore di terzi all'interno del territorio della Comunità, compresa l'importazione nel territorio doganale della Comunità.

L'iscrizione, presso la Camera di commercio nella cui circoscrizione si trova la sede legale dell’impresa o nel caso di produttori esteri dove ha sede la persona giuridica che funge da rappresentante nazionale, si effettua solo per via telematica tramite il portale www.registropile.it
Per la compilazione della domanda occorre collegarsi al portale www.registropile.it. L'accesso al sistema telematico deve essere effettuato tramite dispositivo di firma digitale dotato di certificato CNS intestato al legale rappresentante dell'impresa o ad altro soggetto precedentemete delegato.

Costi:

  • tassa di concessione governativa di Euro 168,00 da versare sul conto corrente postale n. 8003 intestato a "Agenzia delle Entrate - Ufficio di Roma 2 - Centro Operativo Pescara - Tasse Concessioni Governative" - Codice causale 8617 "altri atti";
  • imposta di bollo pari a Euro 16,00 da versare sul conto corrente postale n. 94957768 intestato a Camera di Commercio di Fermo, causale “iscrizione Registro pile ed accumulatori – imposta di bollo”. L'imposta di bollo può essere pagata anche online, se si è titolari del contratto Telemaco Pay.

Le attestazioni di versamento devono essere scannerizzate ed inviate telematicamente insieme alla pratica.

Numero di iscrizione:
Tramite il sistema informatico delle Camere di Commercio, una volta effettuata l'iscrizione, a ciascun produttore viene rilasciato un numero di iscrizione. Tale numero, entro trenta giorni dal suo rilascio, deve essere indicato in tutti i documenti di trasporto e nelle fatture commerciali.

Riferimenti:

Comunicazione annuale da effettuarsi entro il 31 marzo 2017:

La trasmissione della comunicazione deve essere effettuata entro il 31 marzo 2017 da tutti gli iscritti al Registro, attraverso il portale www.registropile.it e deve riportare le quantità di pile e accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno 2016.

La comunicazione annuale è esente da diritti di segreteria ed imposta di bollo.


Modificazione dati e cancellazioni dal Registro: 
I soggetti iscritti nel Registro Pile sono tenuti a comunicare qualsiasi variazione dei dati.

Le domande di modificazione dei dati comunicate al Registro Pile e le cancellazioni dal Registro devono essere inoltrate, telematicamente, con firma digitale, tramite il portale www.registropile.it

Costi:

  • imposta di bollo pari a Euro 16,00 da versare sul conto corrente postale n. 94957768 intestato a Camera di Commercio di Fermo, causale “iscrizione Registro pile ed accumulatori – imposta di bollo”. L'imposta di bollo può essere pagata anche online, se si è titolari del contratto Telemaco Pay.

Le attestazioni di versamento devono essere scannerizzate ed inviate telematicamente insieme alla pratica.

Sanzioni

Il produttore che, senza avere provveduto all'iscrizione presso la Camera di commercio, immette sul mercato pile o accumulatori, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 30.000 a Euro 100.000.

Il produttore che entro il 31 marzo di ogni anno non comunica al Registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori le informazioni, ovvero le comunica in modo incompleto o inesatto, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 2.000 a Euro 20.000.

Servizio Informativo
Tel. 0734 217511    
e-mail: ambiente@fm.camcom.it

Valutazione: 
No votes yet
Condividi questa pagina
Ultima modifica: 23/05/2017 - 10:05

Camera di Commercio delle Marche sede provinciale di Fermo - Corso Cefalonia, 69 - 63900 Fermo - cciaa@pec.marche.camcom.it - P.IVA 02789930423 - tel. 0734 217511

SITEMAP - Responsabile del procedimento di pubblicazione - Note Legali - Privacy