SRLS

Società a responsabilità limitata semplificata (SRLS)

Con l’emanazione del D.L. 24 gennaio 2012 n. 1, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2012, n. 27, è stato introdotto nel codice civile un nuovo articolo, l’articolo 2463- bis con il quale è stato previsto un “secondo genere” di società a responsabilità limitata, denominato società a responsabilità limitata semplificata (c.d. s.r.l.s.), che si va ad affiancare alla società a responsabilità limitata di tipo tradizionale.
Il capitale sociale di questo tipo di società a responsabilità limita deve essere pari ad almeno 1 Euro ed inferiore a 10.000 Euro, purché interamente sottoscritto e versato all’atto della costituzione. Il conferimento deve farsi in denaro ed essere versato all'Organo amministrativo, in sostanza non si depositano i “decimi” in banca e sono esclusi conferimenti in natura.
La possibilità di dar vita a tale società è stata inizialmente riservata alle sole persone fisiche che non avevano compiuto i trentacinque anni di età alla data della costituzione; successivamente il D.L. 28 giugno 2013, n. 76, convertito, con modificazioni, dalla L. 9 agosto 2013, n. 99 ha eliminato sia il requisito del non aver compiuto 35 anni per la costituzione della società, sia il divieto di cedere le quote a soggetti ultratrentacinquenni. Lo stesso decreto ha anche espunto la precisazione secondo cui gli amministratori della società debbono essere soci. Resta preclusa la partecipazione alla società di enti diversi dalle persone fisiche, quali società, associazioni e consorzi.
Il contratto o l'atto unilaterale deve essere redatto per atto pubblico in conformità al modello standard tipizzato con decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro dello sviluppo economico, pertanto il suo contenuto è legalmente predeterminato.

Spese di costituzione
Se per costituire la Srls si utilizza l’atto costitutivo “ standard” di cui al Dm 138 “, l’atto costitutivo e l’iscrizione nel Registro delle imprese sono esenti da diritto di bollo e di segreteria e non sono dovuti onorari notarili” (articolo 3, comma 3, decreto legge 1/2012).Il compenso notarile resta invece dovuto se si deborda dall’atto costitutivo standard e si confeziona per la Srls uno statuto “su misura” (nota 43644 del 10 dicembre 2012 del Ministero della Giustizia).

Riferimenti normativi:

SRLS - Consiglio Nazionale del Notariato (PDF 172 kB)

Artt. 2463-bis, 2463, 2329, 2330, 2615 ter c.c., 223 quater norme di att. c.c.

D.M. 23 giugno 2012, n. 138
(PDF 3,08 MB)

Art. 9, comma 13 del d.l. 28 giugno 2013, n. 76
(PDF 41,9 kB)

Valutazione: 
No votes yet
Condividi questa pagina
Ultima modifica: 30/12/2016 - 10:12

Camera di Commercio delle Marche sede provinciale di Fermo - Corso Cefalonia, 69 - 63900 Fermo - cciaa@pec.marche.camcom.it - P.IVA 02789930423 - tel. 0734 217511

SITEMAP - Responsabile del procedimento di pubblicazione - Note Legali - Privacy