Verifica strumenti di misura

Ogni strumento metrico utilizzato nelle transazioni economiche, prima di essere      commercializzato e messo in servizio, deve essere sottoposto a verifica prima, vale a dire a valutazione di conformità dello strumento stesso che ne attesti l’esattezza e l’affidabilità a tutela della regolarità della transazione.

La verifica prima è richiesta dal fabbricante metrico dello strumento, in pratica dalla persona fisica o giuridica responsabile della conformità dello strumento di misura ai fini della commercializzazione o della messa in servizio dello stesso e può essere eseguita da:

  • dagli ispettori metrici della Camera di Commercio;
  • dai fabbricanti metrici ai quali le Camere di Commercio competenti abbiano rilasciato la Delega alla verificazione prima CEE (Direttiva Ministeriale 4/5/2001);
  • dai fabbricanti metrici ai quali le Camere di Commercio competenti abbiano rilasciato la Concessione di Conformità Metrologica (DM 28/3/2000, n. 179);
  • dai fabbricanti metrici di strumenti per pesare a funzionamento non automatico (NAWI) che abbiano un sistema di garanzia della qualità della produzione approvato dai competenti organismi notificati  (D.Lgs. 29/12/1992 n. 517);
  • dai fabbricanti metrici degli strumenti disciplinati dalla direttiva MID e attuata con D.Lgs. 2/2/2007 n. 22 secondo i moduli di valutazione della conformità descritti negli allegati da A ad H1 del citato Decreto.

Ogni strumento metrico deve essere sottoposto a verifica periodica, che consiste nell'accertamento del mantenimento, nel tempo, della loro affidabilità metrologica.

La verifica periodica, indipendentemente dalla scadenza della precedente, va richiesta anche a seguito d’ogni riparazione, modifica, o ordine d’aggiustamento emesso dagli ispettori metrici della Camera di Commercio.

La verifica periodica è eseguita dalle Camere di Commercio ovvero dai laboratori ad Esse appartenenti o dalle Stesse abilitati (Direttiva MID).

L'esito positivo della verificazione periodica è attestato mediante l'applicazione di una targhetta autoadesiva, distruttibile con la rimozione, indicante la data di scadenza della stessa.

In caso di esito negativo è ammesso ricorso gerarchico al Segretario Generale della Camera di Commercio di competenza.

Tutti gli strumenti, esclusi i misuratori di gas, di acqua ed elettrici, devono essere sottoposti alla verificazione periodica entro sessanta giorni dall'inizio della loro prima utilizzazione e, in seguito, secondo la periodicità  riportata di seguito:

 
categoriaperiodicità della verificazione
masse e misure campione;
misure di capacità, comprese quelle montate su autocisterna;
5 anni
strumenti per pesare;3 anni
complessi di misura per carburanti;2 anni
misuratori di volumi di liquidi diversi da carburanti e dall'acqua;4 anni
misuratori massici di gas metano per autotrazione;2 anni
strumenti per la misura di lunghezze compresi i misuratori di livello dei serbatoi;4 anni
strumenti diversi da quelli di cui alle righe precedenti;secondo l'impiego e secondo la periodicità fissati con provvedimento del Ministro dell'Industria, sentito il parere del Comitato Centrale Metrico

Gli utenti metrici sono soggetti all'obbligo di:

  1. garantire il corretto funzionamento dei loro strumenti, conservando ogni documento ad esso connesso (Dichiarazione di conformità e manuale d’uso);
  2. mantenere l’integrità della targhetta di verificazione e di ogni altro sigillo presente sullo strumento;
  3. non utilizzare, a pena di severe sanzioni amministrative, gli strumenti non conformi o difettosi o inaffidabili dal punto di vista metrologico.

Per la richiesta di verifica degli strumenti metrici occorre compilare il modulo di richiesta (PDF 78 kB).

Il modulo (5F) può essere consegnato oppure inviato a:

Camera di Commercio Fermo – Ufficio metrico – Corso Cefalonia n. 69 – 63900  Fermo
fax 0734 217521
e-mail: metrico@fm.camcom.it

Se l’utente metrico richiede la verifica metrica presso la sede camerale deve preventivamente fissare un appuntamento:

tel. 0734 217601   0734 217604
e-mail: metrico@fm.camcom.it

Sito di riferimento: www.sviluppoeconomico.gov.it


Verifica periodica dei sistemi di misura di tipo MID

In riferimento al D.M. 18/01/2011 n. 32, regolamento concernente i criteri per l'esecuzione dei controlli metrologici successivi sui sistemi per la misurazione continua e dinamica di quantità di liquidi diversi dall'acqua e ai sensi del D.Lgs 2 febbraio 2007, n. 22, attuativo della direttiva 2004/22/CE (MID), dal 29 Marzo 2013 la richiesta di verifica periodica dei sistemi di misura di tipo MID non dovrà essere inoltrata alla Camera di Commercio di Fermo, bensì inviata ai Laboratori Privati autorizzati da Unioncamere. L'elenco dei Laboratori autorizzati è disponibile all'indirizzo http://www.metrologialegale.unioncamere.it/content.php?p=10

Servizio informativo
Ufficio Metrico
tel. 0734 217601 - 0734 217604  fax 0734 217521
e-mail metrico@fm.camcom.it

 

Valutazione: 
1
Average: 1 (1 vote)
Condividi questa pagina
Ultima modifica: 30/12/2016 - 10:12

Camera di Commercio delle Marche sede provinciale di Fermo - Corso Cefalonia, 69 - 63900 Fermo - cciaa@pec.marche.camcom.it - P.IVA 02789930423 - tel. 0734 217511

SITEMAP - Responsabile del procedimento di pubblicazione - Note Legali - Privacy